Hotel.BB
Booking online by Hotel.BB

I dintorni

Realmonte è una ridente cittadina in provincia di Agrigento. Tanti e variegati i paesaggi di cui si può godere: il mare, la campagna e la splendida città cattureranno il vostro interesse.

La Scala dei Turchi, un parete rocciosa dal colore bianco puro e dalle forme sinuose, si erge a picco sul mare, lungo la costa ai piedi della Masseria Agnello. Il paesaggio visibile abbraccia la costa agrigentina da est a ovest. Al tramonto tutto si tinge di rosa, lasciando lo spettatore sbalordito da cotanta bellezza.
In contrada Scavuzzo, a pochi metri dall’azienda agricola, è possibile ammirare una delle tre miniere di salgemma ancora attive in Sicilia, e lasciarsi incantare dalla suggestiva cattedrale presente nel sottosuolo scavata interamente nel salgemma delle pareti della miniera.

Proseguendo in direzione di Agrigento, tappa obbligatoria è rappresentata dalla casa natale di Luigi Pirandello in contrada Caos. Costruzione rurale di fine Settecento, costruita su un altopiano punteggiato da ulivi secolari e querce a strapiombo sul mare, l’abitazione si affaccia a nord su Agrigento, definita da Pirandello “piccola città situata sul colle”, e rimane ancora oggi, nella sua semplicità, come nelle descrizioni del drammaturgo.
E dopo pochi chilometri ci si imbatte nei magnifici templi greci, situati nel parco archeologico della città, oggi dichiarato dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità. Da Ercole a Giunone, in un paesaggio agricolo di rara bellezza prevalentemente costituito da ulivi centenari e mandorli, vi attendono due chilometri di storia e cultura, che non possono terminare senza la visita al Museo Archeologico sovrastante.
Il centro storico di Agrigento, con i suoi vicoli e cortili, presenta una struttura urbana tipicamente araba fra le più autentiche in Sicilia. Sulla sua sommità, la Cattedrale fondata alla fine dell’XI secolo da S. Gerlando, patrono della città. Adiacente sorge la settecentesca Biblioteca Lucchesiana che custodisce numerosissimi e pregiati volumi. La vicina chiesa di S.Maria dei Greci, l’Abazzia di S.Spirito, il Collegio dei Filippini e il Teatro Pirandello completeranno la vostra visita a quella definita da Pindaro “ la più bella città dei mortali”.